Per poter assicurare il benessere del corpo passando dai piedi, i plantari stimolatori delle zone di riflesso
5 Zones e Reflexzones sono stati dotati e adattati con zone in rilievo, avvallamenti e motivi vari. Grazie a questi plantari si stimolano determinate zone dei piedi facendo in modo che il corpo possa ritrovare il suo equilibrio originario. In caso, ad esempio, di contrazioni nella zona cervicale, un particolare rilievo sulla soletta garantirà alla Vostra nuca di ritrovare subito il suo benessere.

Il corpo umano è un sistema complesso in cui le singole parti sono in collegamento le une con le altre. Secondo la teoria riflessologica, esistono delle associazioni tra le zone dei piedi e gli organi, i muscoli, le articolazioni, la colonna vertebrale e la testa. Ad esempio, i punti di rifelsso per la zona cervicale si trovano nella parte anteriore del piede, mentre la parte posteriore del piede è associata all’intestino. Alcuni studi hanno dimostrato che, stimolando i piedi nei punti giusti si possono attivare processi di autoguarigione e meccanismi di regolazione in determinate regioni del corpo. Si possono anche ridurre i dolori o agire in prevenzione contro alcune malattie. I ricercatori dell’Università di Innsbruck hanno dimostrato che la vascolarizzazione dei reni può essere attivata stimolando, con una precisa pressione, la zona del piede associata ai reni. Un’altra ricerca dell’Università di Jena ha dimostrato la possibilità di ridurre i dolori nei pazienti con artrosi del ginocchio trattando appositamente la zona dei piedi associata al ginocchio.

La pratica di curare determinate zone del corpo passando attraverso i piedi veniva praticata giù dagli antichi Egizi, dagli Indiani e dai Cinesi. Nel corso del XVIII secolo, la teoria riflessologica della cultura indiana è stata classificata dal Dott. Fitzgerald (USA) e resa nota in seguito grazie al lavoro della massaggiatrice americana Eunice Ingham. Questo metodo di massaggio in digitopressione delle zone di riflesso venne importato dall’America in Inghilterra e, da qui, nei paesi di lingua tedesca.

IL BENESSERE INIZIA DAI PIEDI

Chi non conosce quella piacevole sensazione di benessere che si prova passeggiando a piedi nudi sulla sabbia calda o quel brivido di piacere che si ha durante una passeggiata a piedi scalzi sull’erba? Ogni volta che l’uomo preistorico percorreva ancora a piedi nudi i sentieri della natura, si verificava una stimolazione naturale dei piedi. Questa raffinata attività sensoriale si perfezionava grazie alle asperità del terreno e contribuiva ad una sana attività motoria generale.

Nella vita quotidiana, l’uomo non può più fare a meno di scarpe stabili e sicure. Esse, infatti, proteggono dal freddo, dall’asperità del terreno e da altri pericoli. Tuttavia, questa sicurezza nasconde lo svantaggio di rendere ormai impossibile una stimolazione naturale dei piedi. In quanto organo di senso, il piede possiede la capacità di adattarsi alle più svariate condizioni del suolo. Tuttavia, le superfici interne lisce delle moderne calzature non offrono al piede alcuna stimolazione della funzione di percezione sensoriale. Il piede perde così la sua capacità di adattamento, dato che viene stimolato solo parzialmente o non viene stimolato affatto e anche l’equilibrio del corpo si indebolisce. Per poter ricreare l’armonia perduta, i plantari stimolatori delle zone di riflesso 5 Zones e Reflexzones sono dotati di una superficie disuguale, con rialzi e avvallamenti.

COME FUNZIONA IL PLANTARE STIMOLATORE DELLE ZONE DI RIFLESSO?

Una calda sensazione di rilassamento, corpo che riacquista il suo ritmo, andatura dritta per tutto il giorno, il tutto grazie ai plantari – funziona davvero? I plantari stimolatori delle zone di riflesso della Casa Everz GmbH sono dotati di apposite zone in rilievo, avvallamenti e motivi che stimolano determinate zone dei piedi e ridanno vita a regioni precise del corpo. Grazie all’imbottitura massaggiante dei plantari stimolatori delle zone di riflesso 5 Zones e Reflexzones, si agisce sulle zone di riflesso presenti sul piede e sugli organi ad esse collegati passo dopo passo. Dato che la durezza del plantare si adatta perfettamente alla pelle tonica della pianta del piede, si crea una delicata stimolazione delle zone di riflesso che produce lo stesso effetto di una passeggiata a piedi nudi. Quando si passa molto tempo seduti ad una scrivania o quando si svolgono lavori pratici particolarmente faticosi, i piedi corrono il rischio di essere affaticati troppo o troppo poco. Di conseguenza, diventano freddi, stanchi o contratti, e possono disequilibrare
l’intero corpo.

      • 1. Calotta cranica
      • 2. Ipofisi
      • 3. Cintura scapolare
      • 4. Canali linfatici superiori
      • 5. Tiroide
      • 6. Zona cervicale
      • 7. Polmoni
      • 8. Fegato
      • 9. Plesso solare
      • 10. Stomaco
      • 11. Pancreas
      • 12. Reni, cistifellea
      • 13. Milza
      • 14 . Colon trasverso
      • 15. Colon ascendente
      • 16. Colon discendente
      • 1 7 . Intestino tenue
      • 18. Zona pelvica
      • 19. Zona addominale
      • 20. Colonna vertebrale

       

È proprio in casi come questo che la delicata azione dei plantari stimolatori delle zone di riflesso entra in azione. Il plesso nervoso trasmette la stimolazione dal piede all’organo, scatenando svariate interazioni tra le due parti del corpo. Indossando le scarpe dotate di zone di riflesso, i piedi vengono stimolati durante tutto l’arco della giornata per far in modo che i blocchi e i dolori muscolari si risolvano senza troppi problemi. Diversamente dalla digitopressione, questo leggero massaggio delle zone di riflesso per mezzo dei plantari stimolatori assicura una riprogrammazione a lungo termine sana e funzionale dei muscoli interessati. Ritorno ad una sensazione di leggerezza, equilibrio ed energia nella vita di tutti i giorni – i piedi sono le radici della vita.